Agua viva, la boa solare che ‘resuscita i fiumi inquinati

Agua viva, la boa solare che ‘resuscita i fiumi inquinatiUna boa solare che ossigena i fiumi inquinati. E’ questo il progetto di uno studente argentino, premiato all’International Solar Cities Congress di Buenos Aires, che ha lo scopo di far “rivivere” i corsi d’acqua, oltre a delimitarne le zone interne.

L’inventore si chiama Sebastián Zanetti e studia architettura presso l’Università di Buenos Aires. Ha testato il concept della boa “ossigenatrice”, chiamata Agua Viva, sul fiume Matanza-Riachuelo, nel 2013 risultato uno dei dieci luoghi più inquinati al mondo secondo il Blacksmith Institute. Tuttavia, il progetto è ovviamente adattabile a qualsiasi sistema naturale o artificiale.

Il dispositivo messo a punto da Sebastián Zanetti, dell’università di architettura di Buenos Aires, sfrutta l’energia solare per arricchire l’acqua dei fiumi con flussi di ossigeno “puliti”. Il pannello fotovoltaico trasferisce l’energia a tre pompe subacquee che – come ha precisato lo stesso Zanetti – “movimentano” le acque “allo scopo di aumentare la superficie di contatto con l’aria” e dunque favorire l’ossigenazione del fiume.

Ho cercato di progettare un oggetto adattabile a qualunque sistema naturale o artificiale che lo richieda e che necessita solo del sole per funzionare“, ha spiegato lo studente. La sua intenzione è quella di installare le sue boe sul fiume Matanza, che nel 2013 è stato incluso tra i dieci luoghi più inquinati del mondo. Le autorità di Buenos Aires stanno valutando l’effettiva fattibilità del progetto.

Agua viva, la boa solare che ‘resuscita i fiumi inquinati
5 (100%) 1 voti