Etree, l’albero fotovoltaico che porta tanti doni

Etree, l’albero fotovoltaico che porta tanti doniLa start up Israeliana Sologic ha recentemente presentato Etree, un progetto ambizioso nel campo della tecnologia e nel rispetto socio-ambientale. L’albero fotovoltaico realizzato in materiale ecosostenibile, garantisce una rete Wi-Fi, illumina le aree limitrofe, ricarica smartphone e fornisce acqua potabile.

“Una combinazione di tecnologia verde, arte e concetto di spazio pubblico. L’albero fotovoltaico è un punto wifi gratuito, un luogo dove ricaricare il proprio smartphone o tablet grazie alle prese Usb, e magari all’ombra di cui sedersi a fare due chiacchiere”, dice la Sologic Systems.

L’albero può essere configurato in vari modi: con le panchine sotto, per esempio, oppure con un distributore di acqua fredda o una fontana, affinché anche i quattro zampe possano abbeverarsi. Costa tra i 16 e 80 mila euro, e produce 1.400 watt all’ora, in media 7 kW di energia solare al giorno. È costituito da tubi metallici e ciascuna delle sue sette ‘foglie’ ha una superficie di 1.40 metri quadri per un peso totale di 1.250 kg. I pannelli sono molto resistenti, al meteo e al vandalismo.

Il primo Etree è stato installato nel parco naturale di Ramat Hanadiv, in Israele ed è un’iniziativa volta a sensibilizzare le persone sulle tematiche di sostenibilità ambientale.

Due altri eTree saranno presto installati a Nizza e a Shanghai. Ognuno ha un monitor Lcd collegato a Internet, che fornisce informazioni sull’energia generata e sul sito dove sorge, informazioni meteo, contenuti educativi e ambientali, così che le persone che vi si radunano intorno possano scambiarsi informazioni da un luogo all’altro del mondo, e comunicare “intorno a un albero”.

Etree, l’albero fotovoltaico che porta tanti doni
5 (100%) 1 voti