Panasonic presenta nuovi moduli fotovoltaici e sistemi di accumulo

Panasonic presenta nuovi moduli fotovoltaici e sistemi di accumuloNel 2015 Panasonic celebra un importante traguardo: 40 anni nel campo della produzione di moduli fotovoltaici. Con l’acquisizione avvenuta nel 2012 di Sanyo, che aveva iniziato a sviluppare celle solari in silicio amorfo nel 1975, Panasonic rafforza il settore del solare a livello mondiale, offrendo, grazie alla decennale esperienza dei due brand nella produzione del fotovoltaico e a una continua ricerca nel campo delle celle solari, moduli di alta qualità e con un’elevatissima efficienza.

Oggi Panasonic è uno dei pochi produttori nel settore del solare che ha investito nello sviluppo di moduli fotovoltaici basati sulla tecnologia pionieristica a eterogiunzione, un sistema che permette di incorporare i vantaggi delle celle a film sottile con quelli delle celle a silicio monocristallino per ottenere la massima efficienza energetica. Nel 1997 la compagnia giapponese ha introdotto sul mercato i primi moduli con tecnologia HIT®: nelle celle fotovoltaiche HIT® un sottile wafer di silicio monocristallino è infatti circondato da un film di silicio amorfo ultrasottile. Come risultato, i moduli HIT® hanno caratteristiche eccellenti di temperatura, prestazioni ottimali anche in condizioni di scarsa luminosità e la massima efficienza energetica. Dai test effettuati risulta che l’efficienza dei moduli fotovoltaici Panasonic è più elevata dell’8% rispetto alle celle solari convenzionali di silicio monocristallino. Inoltre, grazie agli alti standard di produzione, il numero di reclami in garanzia è estremamente basso: dal loro esordio sul mercato europeo più di dieci anni fa, le richieste di intervento in garanzia sono state solo lo 0.0038% dell’ammontare di moduli venduti (calcolo al gennaio 2015).

Frutto della grande esperienza maturata sul campo, il modulo solare N285, con una potenza nominale di 285 W è stato specificatamente progettato per le installazioni su edifici residenziali e commerciali. Uno dei più importanti sviluppi rispetto ai prodotti Panasonic N240 e N245 – da cui il nuovo modulo prende le basi – è l’inserimento di celle fotovoltaiche ad alta efficienza a eterogiunzione in un design più compatto: misurando soli 1.463×1.053 mm il nuovo modulo N285 è particolarmente adatto a installazioni in modalità verticale sui tetti. Ciò risulta in uno spazio aggiuntivo su di un tetto residenziale, e nella possibilità di installare file di moduli più vicine tra loro nel caso degli edifici commerciali: sia per i privati che per i commercianti il risultato finale è un rendimento energetico di molto maggiore.

Il sistema di accumulo a batteria Panasonic per impianti fotovoltaici è il complemento perfetto per impianti solari esistenti o di nuova installazione sui tetti degli edifici residenziali. Il sistema monofase AC contiene batterie agli ioni di Litio ad alte prestazioni Panasonic ed è caratterizzato da una capacità di accumulo di 6.8 kWh. Inoltre, grazie al suo design compatto (dimensioni: 1.380x966x278 mm), l’unità di stoccaggio può essere prontamente installata anche in spazi ristretti.

Con un impianto così composto, il proprietario di casa potrà utilizzare l’energia solare auto-prodotta e ridurre i costi in bolletta, raggiungendo un più alto livello di autosufficienza energetica. Inoltre, grazie alla sua funzione di alimentazione d’emergenza, gli utenti sono protetti dalle conseguenze, spesso problematiche, dovute a improvvise interruzioni di corrente dalla rete pubblica.

Durante lo sviluppo delle nuove batterie di accumulo, Panasonic ha inoltre preso in considerazione gli interessi dei fornitori di energia che stanno sviluppando sempre più soluzioni decentralizzate di fornitura energetica tramite sistemi rigeneranti di terze parti: i fornitori di energia hanno infatti la possibilità di incrementare la versatilità della loro fornitura, interconnettendosi e beneficiando dei sistemi di accumulo privati.

Panasonic presenta nuovi moduli fotovoltaici e sistemi di accumulo
Vota questo articolo