Scandalo GSF, un tribunale di Brindisi sequestra i suoi impianti fotovoltaici!

Scandalo GSF un tribunale di Brindisi sequestra i suoi impianti fotovoltaiciUn tribunale distrettuale a Brindisi, ha sequestrato gli impianti fotovoltaici realizzati da compagnie associate con l’azienda Global Solar Fund SCA Sicar (GSF, con base a Lussemburgo). Con quest’ordine giurisdizionale che va ad aggiungersi a quelli precedenti, sono stati posti sotto sequestro, ben 37 impianti fotovoltaici della società GSF che ammontano a un totale di 30 mega watt di potenza, il che rappresenta il 21 per centro dell’intero patrimonio solare della società GSF.

I giudici hanno anche disposto il sequestro delle tariffe incentivanti percepiti dalle società partner della GSF che sono in posseso di tali impianti fotovoltaici, mentre nel contempo diverse persone hanno ricevuto degli ordini di detenzione. Le principali accuse contro la GSF e le sue consociate sono presunte operazioni illecite legate a problemi di autorizzazione, pianificazione e possibili reati ambientali, così come un’impropria raccolta di tariffe feed-in.

 

La Suntech nel vortice del ciclone.

Il proprietario di maggioranza della Global Solar Fund, la Suntech Power Holding Company Ltd. (con base a Wuxi in Cina), ha dichiarato che si sta lavorando insieme alla GSF onde portare avanti le sue operazioni pur rispettando e agendo in un modo compatibile con la sentenza del tribunale italiano.

La Suntech osserva anche che i vari parchi solari costruiti dalle società collegate a GSF sono stati oggetto di un’indagine in materia di autorizzazione e di licenze da parte dei tribunali italiani.

Tale scandalo che coinvolge dei titoli di Stato, inesistenti, promessi dalla GSF ha causato notevoli danni alla Suntech, nell’estate del 2012, iniziando un declino da cui la società deve ancora riprendersi. In seguito a tale scoperta, dei titoli fraudolenti, la Suntech ha intrapreso un’azione legale per cogliere una quota di maggioranza della GSF come indennizzo.

 

Riguardo alla Suntech Power Holdings Co., Ltd. La Suntech è un produttore di pannelli solari, con 2.000 mega watt di capacità di produzione annuale entro la fine del 2011. Con uffici e/o strutture di produzione in tutti i principali mercati, la Suntech ha fornito più di 13 milioni di pannelli solari a migliaia di aziende in più di 80 paesi in tutto il mondo. Il centro per le operazioni globali della società, con la sede centrale a Wuxi, in Cina, vanta la più grande facciata solare integrata all’edificio, del mondo.

Nel giugno 2008, la Suntech ha investito nella Global Solar Fund (GSF), una società d’investimenti in centrali elettriche in Spagna e in Italia. Nel maggio 2010, la Suntech ha garantito un accordo finanziario di 554, 2 milioni di euro forniti dalla China Development Bank per le aziende legate alla GSF, accettando come garanzia da parte della GSF dei titoli di Stato tedeschi per un totale di 560 milioni di euro. Ma il 30 luglio, 2012, la Suntech ha rivelato che tali titoli non esistevano ed erano evidentemente dei falsi. Nella settimana successiva, le azioni della Suntech hanno perso il 40 per cento del loro valore.

Scandalo GSF, un tribunale di Brindisi sequestra i suoi impianti fotovoltaici!
Vota questo articolo