Fotovoltaico: La Spagna sbaglia strada!

Fotovoltaico La Spagna sbaglia strada!In un’ultima mossa per abbassare l’indebitamento del settore energetico del Paese, la Spagna ha presentato un nuovo Conto Energia Pulita questa settimana che metterà un tetto sui guadagni delle centrali elettriche, nonché introdurrà nuove azioni retroattive.

Secondo un rapporto di Bloomberg, i produttori di energia avranno un tasso di rendimento di circa il 7,5% per la durata dell’impianto! Questo nuovo piano sarà applicato retroattivamente ai programmi attivi a partire da luglio 2013.

Il nuovo piano è stato presentato dal Ministro dell’Industria spagnolo Jose Manuel Soria come una necessaria evoluzione del sistema di sussidi dell’energia rinnovabile del paese, che secondo lui sarebbe fallito senza le modifiche.

Da quando ha assunto la leadership del paese nel 2011, il Partido Popular ha continuato gli sforzi precedenti onde sgretolare i programmi di sostegno di energia rinnovabile, che molti critici hanno dichiarato insostenibili. Una volta ritenuto uno dei settori più vitali della Spagna per una crescita forte, l’energia rinnovabile ha sofferto una costante ristrutturazione costante dei programmi di sostegno governativi.

Oltre al rallentamento della crescita solare ed eolica del paese, la ristrutturazione ha ottenuto azione legale da parte degli investitori internazionali e delle organizzazioni professionali nazionali, l’ultima delle quali ha fatto appello alla Commissione Europea per un certo livello di protezione dalle riduzioni tariffarie.

Nonostante le proteste del settore e gli appelli a tribunali nazionali e Commissione europea, Madrid e il governo Rajoy hanno continuato a introdurre nuove misure per ridurre i sistemi di supporto e i guadagni connessi dai nuovi e già esistenti progetti di energia pulita.

Misure simili sono state viste in un certo numero di paesi dell’Europa meridionale, tra cui l’Italia e la Grecia, i governi hanno faticato a contenere la spesa; tuttavia, pochi sono stati così dannosi per la stabilità del settore delle energie rinnovabili, come i tagli della Spagna.

5/5 - (1 vote)